Giacomo Scotti - Adriatico. Il mare degli Ardimentosi

  • Clicca per ingrandire
  • Clicca per ingrandire
  • Clicca per ingrandire
  • Clicca per ingrandire
  • Clicca per ingrandire
  • Clicca per ingrandire
Giacomo Scotti - Adriatico. Il mare degli Ardimentosi

Tap for gallery

€25.00€21.25

Maximum purchase quantity is 0.

Informazioni Prodotto
Specifiche

«Le storie marinare raccontate da Scotti si leggono sempre tutte d’un fiato o con il fiato sospeso.»
Predrag Matvejević

La storia che vi accingete a leggere ci fa conoscere arditi navigatori e combattenti, dai mozzi ai lupi di mare, guerre e piraterie, accompagnandoci dalla preistoria all’alba del Novecento. Personaggi mitologici e leggendari, tribù illiriche, coloni greci e legioni romane. Condottieri e popoli barbari, dalmati, istriani, veneziani e slavi; bizantini, arabi e turchi. Pirati narentani, almissani, saraceni, normanni e uscocchi. Conti, duchi, dogi, principi, re, sultani e imperatori d’occidente e d’oriente. Austriaci, Russi, Francesi, Inglesi e Italiani: mezzo mondo sfila per oltre due millenni sulla passerella di un “lago”. Questo, ecco, potrebbe essere il sommario del libro che vi accingete a leggere.

«Ci sono veri eserciti di sorci e topi a bordo. Lavarsi è impossibile, e nessuno nemmeno ci pensa in un periodo in cui perfino le regine di Francia suscitano scandalo con le loro pretese di fare più di due bagni all’anno. Un pellegrino che si ammala o si ferisce, mancando qualsiasi medico o infermiere a bordo, può soltanto pregare. Nulla è cambiato dal tempo di Anacarsi, vissuto nei secoli prima di Cristo, il quale divise l’umanità in tre categorie: i vivi, i morti e i naviganti!»

«Un anno memorabile è anche il 1834. Il capitano Pietro Leva di Lussingrande, con il suo brigantino Ferdinando Re d’Ungheria, intraprende un viaggio nelle regioni occidentali dell’America Latina, raggiungendo Valparaiso: è il primo marittimo “austriaco”, il primo dell’Adriatico, a superare con una nave a vela il tristemente famoso Capo Horn.»

Nato a Saviano (Napoli) nel 1929, Giacomo Scotti si trasferisce nel 1947 nel Friuli Venezia Giulia, passando poi in Istria. Dall’età di diciannove anni vive e opera a Fiume (Rijeka), “vagabondando” fra lo Stivale e i Balcani come giornalista, ricercatore e scrittore (poeta, romanziere, favolista, storico, traduttore letterario). Particolarmente numerose sono le sue opere sulla marineria e in particolare sul Mare Adriatico. Per limitarci alle più recenti, ricordiamo: L’arcipelago del Quarnero e le Brioni(1980); Gli arcipelaghi di Zara e Sebenico (1984), Vele di ventura (1977); I pirati dell’Adriatico (2001); Lissa 1866. La grande battaglia per l’Adriatico (2004); Avventure sui mari (2004); Ragusa, la quinta repubblica marinara (2006); Adriatico e Balcani, Slavi e Italiani (2008); Lupi di mare sotto le vele. Dall’Adriatico sui mari del mondo (2010); Nell’azzurro isole verdi (2010); La micronesia di Lussino (2014); Il mare dei corsari(2016); Giro del mondo a vela (2016); Disertori in Adriatico. Pagine sconosciute della Grande Guerra (2016); Il Conte di Lissa (2017); Miti e storia dell’Adriatico (2019); Navi, porti, bordelli. Vita di marinaio dall’Adriatico al Sudamerica (2019); Uomini e mari. Dall’Adriatico su tutti gli Oceani (2019).

 

Formato: cm 16x23
Pagine: 508
Rilegatura a filo di refe
Anno 2021
ISBN: 978-88-98422-62-3

Codice ProdottoGIA6AHF640
CondizioniNuovo
Larghezza16cm
Altezza23cm

Questo campo è richiesto.
Inizio

©  2021 Hammerle Editori e Stampatori. Tutti i diritti riservati - info@hammerle.it

Mailing List

Inserisci la tua email per ricevere la nostra newsletter
Inserisci un indirizzo email valido.
Email già iscritta. Continue if you wish to unsubscribe.
Iscriviti
Cancellati

©  2021 Hammerle Editori e Stampatori. Tutti i diritti riservati - info@hammerle.it

eCommerce by CubeCart