Giovanni Gregori - Grado

  • Clicca per ingrandire
Giovanni Gregori - Grado

Tap to enlarge

€15.00€12.75


Informazioni Prodotto
Specifiche

Giovanni Gregori delinea il percorso storico della città di Grado con l’obiettivo di mettere in risalto che il Castrum fondato dai vescovi aquileiesi per sfuggire alle invasioni barbariche ed elevato nel VI secolo a metropoli e a sede patriarcale col nome di Nova Aquileia e poi di Gradus (porto), rimane nella Storia anche dopo che i suoi patriarchi si trasferiscono a Venezia, i cui dogi non mancano quindi di crearvi un proprio patriarcato facendo sopprimere quello di Grado. Fino al IX secolo è Grado il principale centro ecclesiastico e politico dell’area altoadriatica grazie alle stupende basiliche costruitevi dal patriarca Elia e ai titoli attribuitigli dai papi, allora e nel Medioevo, di caput et metropolis totius Venetiae et Histriae. Proprio verso la fine del primo Millennio emerge la splendida e potente Città-Stato di Venezia che domina sui mari, dall’Adriatico all’Egeo, e nell’angolo nordorientale italiano dalla Lombardia all’Istria arrivando fino in Dalmazia. Per narrare con realismo e incisività la plurisecolare e straordinaria presenza della Repubblica di Venezia sulla scena geopolitica europea e per evidenziare contestualmente l’assenza ma non l’inesistenza di Grado, l’autore cede di frequente la parola agli studiosi, scrittori e saggisti che, a vario titolo, si sono occupati delle vicende storiche delle genti viventi attorno all’Alto Adriatico e, in particolare, a Biagio Marin che, con la sua Poesia, nel Novecento ha fatto rientrare la sua Grado nella Storia.

Giovanni Gregori, nato a Grado nel 1932, si laurea in Scienze Politiche all’Università di Trieste quando già svolge la sua attività presso la Cassa di Risparmio di Trieste assumendo via via responsabilità dirigenziali nei servizi sia verso il settore pubblico che privato. Dal 1966 al 1983 ricopre la carica di presidente dell’Azienda Autonoma di Cura e Soggiorno di Grado e poi dell’Azienda di Promozione Turistica di Grado e Aquileia. Da 15 anni collabora quale docente di storia e di turismo con l’Università della Terza Età della Provincia di Trieste. Ha pubblicato La lunga stagione sul turismo gradese degli anni Sessanta e Settanta (1983), Le genti dell’Alto Adriatico verso l’Europa (2006), Biagio Marin ai Gradesi (2009) e Biagio Marin caro a Trieste (2015).

 

Coedizione con il Centro Studi Biagio Marin
Formato: cm 16x23
Pagine: 320
Rilegatura a filo di refe
Anno 2020
ISBN: 978-88-98422-49-4

Codice ProdottoGIOWJ3V924
CondizioniNuovo
Larghezza16cm
Altezza23cm

Questo campo è richiesto.
Inizio